Pubblicazione dall’Institute of Health in Lussemburgo Agosto 2021

di Philippe Lagarde

Una pubblicazione realizzata dall’Institute of Heath in Lussemburgo Agosto 2021

Il Prof Dirck Brenner e il Prof. Markus Ollert LIH hanno decifrato nei topi il meccanismo che favorisce l’attivazione del sistema immunitario aumentando la produzione di glutatione da parte dei linfociti. Hanno scoperto che il glutatione stimola anche il metabolismo energetico dei linfociti T che crescono, si dividono e combattono i virus.

Senza glutatione, le cellule T rimangono inattive. Quando sappiamo che la quantità di glutatione diminuisce con l’età comprendiamo quindi l’importanza di mantenerne la produzione di quest’ultimo, soprattutto perché recentemente sappiamo che l’alimentazione non è in grado di fornirlo.
Questo perché la molecola di glutatione viene scomposta nei suoi componenti di base glicina-cisteina-glutammato e non attraverserà la barriera intestinale.
Il glutatione viene prodotto esclusivamente nel citoplasma delle cellule in generale e più specificamente nelle cellule T e nelle cellule del tessuto epatico, per poi essere trasportato nell’organismo secondo i suoi bisogni.
“Il glutatione stimola anche il metabolismo energetico dei linfociti T che cresceranno, si divideranno e combatteranno i virus. Questi linfociti T fanno parte dell’arsenale dei globuli bianchi del sistema immunitario che possiede un gene (Gclc) che codifica una proteina coinvolta nella produzione di glutatione”.

1* Efficacy of glutathione therapy in relieving dyspnea associated with COVID-19 pneumonia: A report of 2 cases
Richard I. Horowitz,a,b,∗ Phyllis R. Freeman,b and James Bruzzesec

Questi risultati più che interessanti sono disponibili quando si fa riferimento alle pubblicazioni di Horowitz, R.I., Freeman P, Bruzzese, J. Efficacy of glutathione therapy in relieving dyspnea associated with COVID-19 pneumonia: A report of 2 cases. Respiratory Medicine Case Reports, April 21, 2020 Article Number: 101063
For those of you who have not been able to follow the COVID literature carefully, this 90-minute talk will give you a good sense of the present scientific thinking and why decreasing inflammation from a ‘cytokine storm’ and ‘macrophage activation syndrome’ is crucial in preventing serious complications with increased morbidity and mortality. I discuss in detail during this talk the nutritional studies that support:

  1. increasing glutathione (GSH) levels in the body (using NAC, alpha lipoic acid and glutathione)
  2. Using diet/supplements that lower inflammation by stimulating Nrf2 (curcumin, sulforaphane glucosinolate)
  3. Nutritional support with zinc, Vitamin C, Vitamin D, 3,6 Beta glucan and melatonin, and how/why they can be helpful in combating the worst effects of the virus, as well as
  4. Studies on ivermectin supporting its potential as an anti-viral medication in COVID-19 in both prevention and treatment.

I would like to thank the Academy of Nutritional Medicine for the opportunity to share this important information with everyone, and would ask everyone to please share this video widely.
The scientific studies and nutritional recommendations discussed during this 90-minute talk contain simple ways to help protect yourself and your loved ones during this pandemic. (Randomized, controlled trials are of course needed to evaluate their full effects; please check with your health care provider about whether these recommendations are appropriate for you).
Disclaimer: The views expressed are those of Dr Richard Horowitz, and do not represent the views of the Tick-Borne Disease Working Group, HHS or the United States.

Diversi lavori sono in corso in Europa e negli USA, ne citerò altri 2:


2 -The Role of Glutathione in Protecting against the Severe Inflammatory Response Triggered by COVID-19
Francesca Silvagno,* Annamaria Vernone, and Gian Piero Pescarmona
3- Raoult D., Zumla A., Locatelli F., Ippolito G., Kroemer G. Coronavirus infections: epidemiological, clinical and immunological features and hypotheses. Cell Stress. March 2020 doi: 10.15698/cst2020.04.216. – DOI – PMC – PubMed

“Senza glutatione, le cellule T rimangono inattive. Nel caso del Covid-19, comprendiamo che poiché la quantità di glutatione diminuisce con l’età, il sistema immunitario sarà rapidamente in difficoltà. “

Il Prof. MONTAGNIER nel caso delle cure per l’AIDS aveva già evidenziato il ruolo essenziale che il glutatione (e gli antiossidanti) giocavano nella prevenzione delle malattie virali e dell’AIDS. Il virus dell’AIDS è un coronavirus, ve lo ricordo.

Ci rammarichiamo che i responsabili politico-scientifici stiano facendo orecchie da mercante e ignorino i risultati ora confermati da diversi team internazionali. Potrebbero almeno verificarli!
Tentare di trovare terapie per curare il covid 19 e le sue varianti sarebbero inutili per i funzionari sanitari? Ovviamente, sarebbe scomodo per i vaccini, se per caso non ne avessimo più bisogno.
Ma ricordate quello che ha scritto e detto un grande medico e oncologo:
“La libertà è essenziale in medicina. È impossibile governare la ricerca, né imporre un’ortodossia scientifica che non ha nulla a che fare con la verità. “
Prof. Lucien ISRAEL

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Ti consiglio anche:

Cerca sul sito

Chi è il Dr. Lagarde

Philippe Lagarde è un rinomato medico specializzato in oncologia, conosciuto in tutto il mondo per le sue idee e tecniche innovative di applicazione delle cure per il cancro e dal suo immenso impegno sociale verso le persone affette dalla malattia.

Ultimi Articoli

Il mio ultimo Libro

IL LIBRO D'ORO DELLA PREVENZIONE

Difendere la salute con gli integratori alimentari e le vitamine

Categorie Articoli