Contro lo Stress, Dormite!

di Philippe Lagarde

Un terzo della nostra vita è trascorso a letto, circa 230.000 ore in 80 anni. Non è affatto tempo perso, al contrario perché è proprio di notte che, grazie al nostro sistema parasimpatico, le nostre cellule si rigenerano!

Sonno riparatore dallo stress quotidiano

Il sonno è essenziale per tutti gli esseri umani e la privazione del sonno porta a fenomeni psichici di tipo allucinatorio. In teoria, gli animali e gli umani dovrebbero dormire seguendo il ritmo della natura, almeno nelle aree in cui giorni e notti si alternano su un ritmo di 24 ore. La vita moderna ha ovviamente ritmi molto diversi da quelli seguiti dai nostri antenati che ignoravano l’elettricità e la televisione, si alzavano quando il gallo cantava e andavano a letto con le galline. Questo per ricordarvi che la durata del sonno può variare, a seconda della stagione e dell’attività.
Anche se i benefici anti-fatica del sonno non sono evidenti e variano notevolmente da un individuo all’altro e in base all’età, il sonno regolare è benefico per l’equilibrio fisiologico, la crescita, la cicatrizzazione e la guarigione della maggior parte delle malattie perché consente il reintegro dello stock di ormoni surrenali e il recupero dall’affaticamento nervoso.

La durata del sonno

Più della durata, è la qualità del sonno che conta: deve essere riparatore. La durata media del sonno negli adulti dovrebbe essere compresa tra 7,5 ore e 8 ore. I neonati hanno bisogno di 16-18 ore di sonno, i bambini 10-12 ore, diminuendo a 9-10 ore negli adolescenti.

Lo stress, la principale causa di disturbi del sonno

Lo stress è responsabile dell’80% dei problemi di salute che colpiscono la popolazione dei paesi industrializzati. Lo stress ci minaccia in ogni momento della vita di tutti i giorni, sia in famiglia, che in ufficio che in strada. È impossibile evitarlo anche se le nostre condizioni di vita ci sembrano ideali.
Lettere di richiamo, aggressioni verbali, discriminazioni, insicurezze, ingiustizie, procedure abusive, pettegolezzi e calunnie, cattiverie, gelosie e invidie, così tanti veleni prodotti dalla nostra società malata, che logorano le nostre forze vitali. Ma questo stress, dev’essere ancora riconosciuto e non tutti l’hanno capito. Non va sottovalutato o trattato con farmaci chimici che non curano né le cause né gli effetti, in quanto mascherano i segnali di angoscia, accentuando i nostri squilibri e aggiungendo una dipendenza, difficile da risolvere.

Trattamento naturale per lo stress e l’insonnia


L’insonnia fa parte di un gruppo di disturbi legati allo squilibrio del sistema nervoso. Si tratta quindi di trattare tutte le cause e di non accontentarsi di un semplice trattamento sintomatico, anche se naturale, comunque preferibile rispetto ai farmaci chimici con effetti collaterali.
Spesso è necessario praticare diverse tecniche contemporaneamente. Alcune possono essere utilizzati con il “faidate”, altre richiedono l’aiuto di un professionista competente.


Controlla la tua respirazione diaframmatica


Molte persone respirano in modo paradossale. Inspirano tendendo il ventre ed espellono l’aria mentre soffiano.
Conseguenze: la respirazione è limitata, il plesso solare è doloroso, ansia, angoscia, oppressione, sensazione di un nodo alla gola, contratture muscolari alla schiena, emotività, affaticamento, difficoltà ad addormentarsi, risvegli notturni con una sensazione di disagio o crampi. Tutto ciò è dovuto alla sindrome da iperventilazione che dà l’impressione di respirare, ma che in realtà eccita il sistema nervoso con l’iperossigenazione che porta all’attacco di tetania o spasmofilia. Questo è un disturbo del pH del sangue (alcalosi respiratoria).
Perciò provate il metodo Axe Vital:

  • Sdraiatevi sul letto con un cuscino sotto le ginocchia per rilassare i muscoli addominali e lombari. Mettete un cuscino sotto il collo per rilassare i muscoli cervicali. Ora imparerete a respirare attraverso il ventre.
  • Per prendere coscienza di questo respiro, mettete entrambe le mani sul ventre, ora respirerete solo attraverso il ventre.
  • Quando inspirate, il ventre dovrebbe sollevare le mani.
  • Espirate profondamente mentre tirate gradualmente i vostri addominali.
  • Provate a svuotare completamente i polmoni. Tenete i polmoni vuoti per alcuni secondi (fino a 10 secondi), con il ventre ancora ben tirato.
  • inspirare di nuovo mentre si estrae la pancia e ricominciare il ciclo respiratorio completo, mantenendo ogni volta i polmoni vuoti alla fine dell’espirazione.

Biocontact settembre 2003

Aggiungete a questo l’assunzione di piante adattogene (Eleuterococco, Withania, Rhodiola, Passiflora, Biancospino, Tiglio e Avena).

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Ti consiglio anche:

Cerca sul sito

Chi è il Dr. Lagarde

Philippe Lagarde è un rinomato medico specializzato in oncologia, conosciuto in tutto il mondo per le sue idee e tecniche innovative di applicazione delle cure per il cancro e dal suo immenso impegno sociale verso le persone affette dalla malattia.

Ultimi Articoli

Il mio ultimo Libro

IL LIBRO D'ORO DELLA PREVENZIONE

Difendere la salute con gli integratori alimentari e le vitamine

Categorie Articoli