Primi modi per rilevare i Tumori prendendo il Sangue

di Philippe Lagarde

Il mese scorso, sulla prestigiosa rivista Science, i ricercatori sotto la guida della Johns-Hopkins University di Baltimora (Stati Uniti) sono stati in grado di identificare i tumori dell’ovaio, del fegato, dello stomaco, del pancreas, dell’esofago, del polmone, del seno, del colon e del retto, grazie ad un esame del sangue. A posteriori, poiché i ricercatori sapevano già che le persone avevano le patologie oncologiche, ma questo è comunque un ulteriore passo verso la diagnosi precoce.

<<Il test si basa sulla ricerca del DNA tumorale circolante nel sangue (biopsia liquida), questo DNA viene rilasciato da cellule cancerose che muoiono>>, spiega il Prof. François-Clément Bidard, medico oncologo dell’Istituto Curie (Parigi). <<Per migliorare le prestazioni diagnostiche di questo nuovo approccio, è stato combinato con la ricerca di biomarcatori classici, una tecnologia degli anni ’80 che, da sola, non funzionava molto bene per lo screening>>, sottolinea.

Molti tumori progrediscono lentamente ed è molto tardi quando vengono scoperti. <<La diagnosi precoce del cancro del pancreas, ad esempio, è un problema importante>>, spiega il Prof. Frédéric Di Fiore, oncologo dell’apparato digestivo presso il Centro ospedaliero universitario di Rouen, perché questo tumore è in aumento mentre la sopravvivenza complessiva a cinque anni rimane drammaticamente bassa, circa il 5% in tutte le fasi. >>

Colpisce circa 12.000 persone all’anno in Francia. << Se potessimo diagnosticare prima, molto probabilmente miglioreremmo la sopravvivenza, quindi la biopsia liquida è promettente, aggiunge, ma ora dovremo dimostrare che questi test sono in grado di essere efficaci nella popolazione generale o su popolazioni target in base a fattori di rischio. >>

Per la maggior parte dei tumori, purtroppo, non è disponibile alcun test di screening, ad eccezione del cancro alla prostata. <<Non esiste il test attualmente per il cancro ovarico nella popolazione generale>> dice il professor Émile Daraï <<Per il momento siamo ancora molto lontani dallo screening mediante biopsia liquida, sia che si tratti della ricerca del DNA tumorale, come nello studio di Baltimora, sia di quella delle cellule tumorali circolanti, come nello “Studio AIR”>>, sottolinea, e purtroppo quando compare un sintomo preoccupante, ad esempio la tosse con sangue, è ancora necessario consultare il proprio medico rapidamente.

Fonte: Figaro Santé Feb. 2018 D. Mascret

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Ti consiglio anche:

Cerca sul sito

Chi è il Dr. Lagarde

Philippe Lagarde è un rinomato medico specializzato in oncologia, conosciuto in tutto il mondo per le sue idee e tecniche innovative di applicazione delle cure per il cancro e dal suo immenso impegno sociale verso le persone affette dalla malattia.

Ultimi Articoli

Il mio ultimo Libro

IL LIBRO D'ORO DELLA PREVENZIONE

Difendere la salute con gli integratori alimentari e le vitamine

Categorie Articoli